La gestione finanziaria di Telemaco

Home | La gestione finanziaria di Telemaco

La gestione finanziaria di Telemaco

I contributi versati dagli aderenti sono investiti in strumenti finanziari (azioni, titoli di Stato e altri titoli obbligazionari, quote di fondi comuni di investimento)  e producono nel tempo un rendimento variabile in funzione degli andamenti dei mercati e delle scelte di gestione. Le risorse del fondo sono depositate presso la “Banca Depositaria”, che svolge il ruolo di custode del patrimonio e controlla la regolarità delle operazioni di gestione.

Telemaco è un fondo multicomparto che propone ai suoi iscritti una pluralità di opzioni di investimento (comparti), ciascuna caratterizzata da una propria combinazione di rischio/rendimento.
L’iscritto può spostare le proprie risorse da un comparto ad un altro (tale diritto viene definito switch), dopo aver trascorso almeno 12 mesi nel comparto di appartenenza, compilando l'apposito modulo. Nel caso di switch dal comparto garantito verso uno degli altri 4 comparti è bene ricordarsi che la garanzia non sarà applicata.

I comparti di Telemaco: Clicca qui per maggiori informazioni.

I valori quota: Clicca qui per vedere l'andamento dei valori quota

Telemaco non effettua direttamente gli investimenti ma affida la gestione del patrimonio a intermediari professionali specializzati (gestori finanziari),  tenuti ad operare sulla base delle linee guida di investimento fissate dal Consiglio di Amministrazione di Telemaco e dalla legge.

I gestori finanziari di Telemaco:Clicca qui per maggiori informazioni.

Per verificare i risultati di gestione viene indicato, per ciascun comparto, un “benchmark”, vale a dire un parametro oggettivo e confrontabile, composto da indici elaborati da soggetti terzi indipendenti che sintetizzano l’andamento dei mercati in cui è investito il patrimonio dei singoli comparti: laddove il risultato ottenuto dal comparto è migliore del relativo benchmark vuol dire che i gestori hanno svolto un lavoro migliore rispetto alla media del mercato di riferimento e viceversa.

I benchmark di riferimento:Clicca qui per maggiori informazioni.

L’investimento dei contributi è soggetto a rischi finanziari. Il termine “rischio” esprime qui la variabilità del rendimento di un titolo in un determinato periodo di tempo. Se un titolo presenta un livello di rischio basso (ad esempio, i titoli di Stato a breve termine), vuol dire che il suo rendimento tende a essere nel tempo relativamente stabile; un titolo con un livello di rischio alto (ad esempio, le azioni) è invece soggetto nel tempo a variazioni nei rendimenti (in aumento o in diminuzione) anche significative.
Ciò significa che il valore dell’investimento potrà salire o scendere e che, pertanto, l’ammontare della pensione complementare non è predefinito.
In presenza di una garanzia, il rischio è limitato; il  rendimento risente tuttavia dei maggiori costi dovuti alla garanzia stessa.
 

Sezioni collegate

Fondo pensione Telemaco - C.F. 97157160587